m. Conference

Via Appia Antica,
224, 00179 Roma, Italy
+1 312 749 8649

EraTS_Scuola

La mostra Era Trieste ha ricevuto in ottobre la gradita visita di una scolaresca guidata dalla professoressa Lia Legiša. A tre mesi dalla sua chiusura, con il consueto tempismo che lo contraddistingue, il quotidiano Primorski Dnevnik, pubblica questa simpatica – ma precisa – recensione scritta dagli studenti, che pubblico qui si seguito.

ERA_TS_Primorski_27-01-2015

L’articolo dice (più o meno) questo:
Come sarebbe Trieste, se la storia fosse andata diversamente

Come studenti della seconda classe della Scuola Media SS Cirillo e Metodio abbiamo visitato la mostra di quadri acrilici del pittore Paolo Pascutto intitolata Era Trieste, alla Galleria Rettori Tribbio, e scoperto che Trieste è veramente una città speciale, soprattutto se vista attraverso gli occhi di un artista. È una mostra che vale la pena visitare. Abbiamo visto una miscela di Trieste Jugoslavia e Hollywood. Paolo Pascutto ci ha detto che è nato ad Aurisina e che capisce bene lo sloveno, soprattutto il dialetto locale. Ci ha presentato i suoi quadri e ci ha spiegato che sono nati dal desiderio di mostrare la diversità della nostra città. L’autore ha rappresentato gli anni Cinquanta e Sessanta dello secolo scorso e, come una sorta di Giulio Verne, ci ha mostrato in modo giocoso come sarebbe stato se la storia fosse andata diversamente.
I quadri, in modo ironico e divertente, ci riportano ad un tempo quando neanche i nostri genitori erano nati, ma comunque così attraente. In maniera fantascientifica e in modo ironico l’autore ha rappresentato il lungomare barcolano – Barcola Beach, la vecchia stazione di servizio Rogers, il volo degli idroplani… Ci è piaciuto il dipinto che mostra l’ex presidente jugoslavo Tito che promuove la Coca Cola – Koka  Kola je to – ma anche le viste fantastiche sul golfo di Trieste. Dopo la visita della mostra ci siamo fotografati sul Molo Audace, come nel quadro Naš Tito.
Giorgia, Rebecca, Ana, seconda classe

Condividi